Home 2017-07-31T08:07:12+00:00
Nell’ordinamento italiano l’anatocismo è espressamente disciplinato dall’art.1283 cc, che recita testualmente:“In mancanza di usi contrari, gli interessi scaduti possono produrre interessi solo dal giorno della domanda giudiziale o per effetto di convenzione posteriore alla loro scadenza, e sempre che si tratti di interessi dovuti almeno per sei mesi.”
La norma ha ridefinito il quadro complessivo descritto dalla fattispecie incriminatrice affiancando ai parametri puramente soggettivi, previsti dalla vecchia formulazione, nuovi parametri cosiddetti “oggettivi”. L’intervento del legislatore, ha contribuito ad ampliare, in maniera notevole, l’ambito di applicazione del reato di usura, e conseguentemente l’area di tutela offerta dalla norma, che non è più relegata ad operare esclusivamente nei casi in cui sussista lo “stato di bisogno” del quale taluno abbia “approfittato” conseguendo vantaggi per sé o per altri, ma opera anche ogni qual volta il limite (cosiddetto Tasso Soglia d’Usura) posto dall’Art. 2 della stessa L. 108/96 venga superato.
Le fatture erogate da enti pubblici o privati riportano spesso voci di spesa non chiaramente documentate o non previste nella contrattazione originaria conclusa al momento della richiesta del servizio. Se la bolletta contiene un importo troppo elevato e non dovuto, la legge consente al consumatore di agire a tutela dei propri interessi reclamando nei confronti degli enti erogatori dei servizi tali somme mediante procedure di contestazione cui conseguono eventuali ricorsi alle Autorità Garanti.

Notizie in evidenza

Bolletta 2.0 e Mercato Libero. La chiarezza è poca.

La riforma della fatturazione energetica italiana, meglio conosciuta come bolletta 2.0, ha compiuto il suo primo ciclo di fatturazione. Di conseguenza possiamo renderci conto dei primi risultati. La prima rilevante osservazione è legata al fatto [...]

By | aprile 27th, 2017|Categories: Blog, News|0 Comments

Si avvicina la scadenza per il contabilizzatore termico

Il Decreto Legge Milleproroghe ha fissato per il 30 Giugno 2017 la nuova scadenza per l'adozione del contabilizzatore termico domestico con la funzione di termoregolatore. la precedente scadenza prevista al 31 dicembre 2016 è stata [...]

By | marzo 14th, 2017|Categories: Blog, News|0 Comments
Sulla base dei nostri studi, l’88% degli Italiani non effettua un’analisi del mercato prima di chiudere un contratto di fornitura e spesso si affida all’occasione di un incontro o al primo che capita.
Molte sono le strutture che hanno subìto la trattativa, privi di ogni tutela, e non conoscendo le regole dei vari mercati hanno sottoscritto offerte, spesso cedendo alla simpatia del venditore di turno.
Il nostro compito è analizzare la struttura, offrire la propria consulenza e monitorare costi e consumi nel corso del tempo.
Un cuscino a tutela del cliente e non del venditore. Un consulente dedicato che Vi seguirà per ottimizzare le spese, senza inutili perdite di tempo.
Alberto Maria Berti, Founder
Abbiamo raggiunto un altro grado di specializzzazione per far fronte alle richieste dei nostri clienti. Ogni giorno afforntiamo problematiche di ogni genere con l’unico obiettivo di trovare le soluzioni più idonee. E’ una sfida che si rinnova quotidianamente e che ci stimola. La soddisfazione dei clienti è una nostra priorità ed i nostri servizi puntano soltanto all’eccellenza.
Andrea Carlisi , Cofounder

Noleggio Lungo Termine

Noleggio Auto
Richiedi Informazioni
Tutela Italia
Scopri l’associazione