“C’è bisogno di chiarezza in merito all’applicazione delle norme nel caso di potenziale conflitto tra le leggi degli Stati membri e quelle dell’Unione europea”. E’ la richiesta di Eurogas all’indomani dell’accordo Ue per includere nella direttiva gas anche i gasdotti da Paesi terzi