In uno scacchiere geopolitico sempre più movimentato, con l’avvicinamento tra Roma e Pechino che ha allertato subito le istituzioni Ue (e non solo), l’Europa ha iniziato a guardarsi da est con crescente attenzione, tanto dalla Cina quanto dalla Russia, con toni quanto mai risoluti