Per l’Italia vale oltre 1 miliardo di euro l’Importante progetto di comune interesse europeo (Ipcei) per la ricerca e innovazione nelle batterie approvato ieri dalla Commissione Ue, che nel nostro Paese vede la presenza record di 12 imprese e due centri di ricerca: Enea e Fondazione Bruno Kessler