Se le proposte della Commissione Ue saranno attuate, più che a una revisione la direttiva 2018/844 sulla prestazione energetica degli edifici sarà sottoposta a una vera e propria riscrittura, considerata l’intenzione dell’esecutivo comunitario di “almeno raddoppiare il tasso annuale di ristrutturazione energetica del parco immobiliare entro il 2030