Si chiama “Giallo oro” l’operazione della Guardia di Finanza di Treviso che ha portato alla scoperta di un traffico internazionale di carburante