La Francia non ha alcuna intenzione di modificare il capacity market e tantomeno di eliminare le tariffe regolate, entrambi “essenziali per il corretto funzionamento del mercato elettrico”. Lo mette nero su bianco un documento inviato alla Commissione Ue, con la quale Parigi ha da tempo avviato un difficile negoziato sulla ristrutturazione di Edf e del meccanismo Arenh