Prevedere e progettare il futuro, senza dimenticare né “rottamare” il presente: questa sarebbe la condizione ottimale per quanto riguarda il mercato della mobilità individuale, pubblica e del trasporto professionale. È quanto sta avvenendo negli ultimi tempi? Non proprio. Da qualche mese il tema idrogeno (verde o blu?) ha conquistato e monopolizzato la scena, dunque le risorse, commerciali e industriali del settore mobilità. Dimenticando, forse, che il 2050, orizzonte verso cui tutto è proiettato, non è proprio domani