“L’ambito della nuova direttiva sulle fonti rinnovabili non deve includere le energie, i combustibili e i carburanti low-carbon”. E’ quanto chiede un gruppo di 117 eurodeputati, associazioni ambientaliste e di settore e aziende in una lettera alla Commissione Ue