Entro il 2050 il mercato del gas europeo dovrà essere in grado di gestire almeno i due terzi dei volumi sotto forma di gas rinnovabili e sintetici e di idrogeno, con il resto costituito da gas fossile con Ccs/Ccus. E’ l’assunto che ha portato la Commissione Ue ad avviare una profonda revisione della direttiva 2009/73/EC sul mercato interno del gas e del regolamento 715/2009 sull’accesso alle reti di trasporto gas