Prosegue la fase di calma sulla rete carburanti italiana. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo che cambiano ancora verso (venerdì in salita dopo la discesa della seduta precedente), le compagnie continuano a non intervenire sui prezzi raccomandati