“Negli ultimi cinque anni, a seguito di una serie di modifiche dei quadri normativi, le competenze delle autorità di regolazione dell’energia europee si sono allargate in modo significativo al di là dei settori dell’elettricità e del gas”. Lo sottolinea il rapporto di monitoraggio di Ceer sull’indipendenza dei regolatori, che analizza 28 autorità europee ma non l’italiana Arera